Come funzionano le agevolazioni fiscali per le Start Up che si avviano a San Marino

0

- Sponsor -

Giungono ottime notizie dalla piccolissima Repubblica di San Marino: chi decide di avviare imprese start up sul territorio avrà l’opportunità di usufruire di una serie di agevolazioni, a partire dagli sgravi fiscali, per finire alle consulenze economiche e giuridiche.

Quali i benefici per chi avvia una start-up a San Marino

Un’idea geniale, quindi, quella che l’incubatore scientifico della Repubblica di San Marino Techno Science Park ha deciso di avviare a pochissimi mesi dalla sua costituzione. Il progetto è finalizzato a mettere a disposizione delle start up una serie di risorse economiche al fine di sviluppare nuove imprese di produzione e di servizi.
La caratteristica principale del progetto si basa sull’aspetto finanziario e prevede una serie di incentivi fiscali alle aziende di nuova costituzione per i primi cinque anni di attività e l’opportunità di versare l’importo complessivo del capitale sociale costitutivo nell’arco dei primi tre anni di vita. Inoltre, abbattendo le ipotetiche barriere anti frontalieri, la Repubblica ha pensato di permettere alle start up di aprire le assunzioni a personale con cittadinanza italiana, dotandolo di un permesso di soggiorno temporaneo speciale.

- Da vedere -

L’innovativa iniziativa dell’incubatore di imprese Techno Science Park è stata presentata dal Presidente dell’ente gestore del parco Alessandro Giari, che ha evidenziato le innumerevoli opportunità che la Repubblica di San Marino ha deciso di offrire a chi si impegna nella costituzione di una start up, differenziandosi dall’analogo mercato italiano. Dalle parole del Presidente Giari si evidenziano una serie di vantaggi che si possono così riassumere:

  •  Totale defiscalizzazione sul reddito e opportunità di gestire direttamente il rapporto fiduciario e di collaborazione con le istituzioni del Paese, in quanto Stato sovrano.
  • Network di aziende accuratamente selezionate del punto di vista competitivo e di mercato con le quali collaborare. Fra i soggetti già contattati si segnalano i maggiori enti di ricerca presenti sul territorio italiano, come l’Università degli Studi di Pisa ed il Polo Tecnologico di Navacchio.
  • Costante supporto giuridico ed economico nella stesura e nella realizzazione dei processi, accompagnato da un continuo monitoraggio sull’andamento delle operazioni e sulla crescita dell’attività economica.
  • Alle start up di nuova costituzione la Repubblica di San Marino offre una fiscalità di riguardo: nei primi sei anni di attività, infatti, ogni azienda dovrà corrispondere un’aliquota pari all’8.5% del reddito.
  • Infine sono previste agevolazioni fiscali per chi decide di reinvestire gli utili ottenuti dall’attività di impresa in innovazione ed il totale esonero del pagamento della tassa di licenza commerciale per i primi quattro anni di attività.

Il Techno Science Park è un incubatore di piccole e medie imprese nato dalla fortunata collaborazione fra il Comune di Rimini e quello di Pesaro, coadiuvati dall’Associazione parchi scientifici e tecnologici italiani (Apsti). A pochi mesi dalla sua costituzione l’incubatore ha già raggiunto numerosi traguardi, fra i quali l’inclusione di ben 15 aziende del territorio annoverate fra le più innovative del Made in Italy.
Grazie anche al lavoro svolto sapientemente dall’incubatore, la Repubblica di San Marino sta raggiungendo ottimi traguardi nel campo tecnologico e dell’innovazione, ponendosi come ottima vetrina sui Paesi esteri e come punto di aggregazione delle eccellenze tecnologiche del territorio italiano.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.