Com’è il nuovo Sniper Elite. Tutto su Sniper Elite 4

0

- Sponsor -

Finita l’attesa per gli appassionati del videogame cheper eccellenza celebra l’arte del mirino. Quarto capitolo della saga di Sniper Elite e ambientazione in Italia.
Vediamo di cosa si tratta.

Recensione di Sniper Elite 4

Sniper Elite 4: ecco le novità

- Da vedere -

Dopo il successo della precedente edizione di Sniper Elite, è finalmente arrivato Sniper 4, che vede il già conosciuto Karl Fairburne in Italia.
Lo scenario di guerra che si apre dinnanzi al cecchino è quello che vede contrapposte le forze alleate anglo-americane e i partigiani contro l’esercito nazi-fascista. In particolare  Fairburne dovrà mettersi in gioco per arrivare ai piani di costruzione di un mega-missile nazista il quale potrebbe cambiare completamente le sorti del grande conflitto.
Il giocatore avrà modo di scoprire diverse funzioni assenti nelle precedenti edizioni di questo sparatutto. In particolare si avrà modo d’interagire con gli altri personaggi non giocanti.
La modalità Campagna, poi, sarà definita da 8 missioni tutte diverse tra di loro. Il giocatore avrà modo di lanciarsi all’avventura completando le missioni primarie e quelle secondarie in quel che da molti è descritta come un’esperienza di gioco cheregala qualcosa di nuovo basandosi comunque sull’esperienza vecchia di Sniper Elite, sopratutto della versione 3.0.

Sniper Elite 4 e la serie Rebellion

Come è giusto che sia per ogni gioco della serie Rebellion, anche in Sniper Elite 4 il giocatore dovrà affrontare una serie di sfide tutte diverse tra di loro.
Sarà richiesta velocità di reazione, logica, uso dell’intelletto e tattica per superarli tutti. In questa edizione, poi, servirà anche molta diplomazia nel gestire il difficile rapporto tra gli alleati anglo-americani e i gruppi di partigiani che operano sul territorio controllato dalle forze nazi-fasciste.
Alcuni particolari meccanismi rivoluzionari fanno di questo gioco una vera chicca per tutti coloro che amano il gameplay dinamico e movimentato. Raramente vi sono pause noiose, e il personaggio impersonato da Karl Fairburne deve sempre o sparare, oppure correre o cercare qualcuno per interagire con quest’ultimo.
A differenza degli episodi precedenti, il personaggio ha molta più libertà d’azione, per poter fare quello che gli aggrada di più. Inoltre sono stati eliminati i numerosi bug (i cosiddetti muri invisibili) della precedente edizione.

Scegliere tra la pianificazione e l’azione

A differenza di un qualsiasi sparatutto, in questa edizione è possibile scegliere tra pianificare meglio la missione oppure gettarsi subito all’azione. La principale differenza sarà che gettandosi subito nell’azione, si rischierà di far morire prima il personaggio. D’altro canto, pianificando tutto l’intervento fin nei minimi dettagli si avrà modo di superare la missione prima e raggiungere degli obiettivi secondari utili per il proseguimento della carriera.
Nel gioco non si registrano mai particolari punti morti e in ogni zona vi è sempre un qualche evento che determina conseguenze all’interno di tutto il sistema. Così è possibile sfruttare questi eventi per raggiungere degli obiettivi del gioco. Tutti gli aspetti strategici del gioco sono stati previsti dagli sviluppatori e devono soltanto essere intuiti dai giocatori. Inoltre è prevista la possibilità della modalità multiplayer, in cui è possibile giocare a squadre o in maniera singolo in 6 modalità di gioco. Ogni vincitore, poi, avrà accesso a dei trofei della PlayStation 4.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.