Come proteggersi dai furti di identità

1

- Sponsor -

Per rubare un’identità è necessario ottenere alcune semplici informazioni: nome e cognome, indirizzo, codice fiscale, numero di telefono, luogo e data di nascita, numero della carta di credito ed estremi del conto corrente. Solitamente le vittime scoprono di essere state derubate della propria identità quando iniziano a ricevere richieste di pagamento. I modi con cui può essere rubata un’identità sono molteplici. Il bin-raiding consiste nel rovistare nell’immondizia altrui al fine di trovare informazioni da vecchie bollette, estratti conto e lettere. A volte invece le informazioni sono ottenute telefonicamente o via e-mail da truffatori che si dichiarano incaricati della banca chiedendovi di aggiornare i vostri dati personali. Altro fattore che può causare il furto d’ identità è lo smarrimento del portafoglio, che generalmente contiene documenti, tessere di iscrizione, ma anche bancomat e carte di credito che possono essere facilmente clonati e utilizzati per ogni genere di spesa. Non è raro che questi criminali rubino anche l’ identità di persone decedute grazie alle informazioni contenute nei necrologi e pubblicazioni funebri. La tecnologia moderna è senz’altro il mezzo più usato: quando si ricevono messaggi (SMS, Email) che comunicano la vincita di un telefonino di ultima generazione, l’apertura del link porta ad una azione di phishing finalizzata ad acquisire i vostri dati.

Su internet numerosi siti chiedono di fornire dati personali per poter accedere ai suoi servizi, senza considerare l’elevata quantità di informazioni fornite spontaneamente sui social networks.

I passi da seguire per evitare il furto d’identità sono semplici.
• Prestare attenzione a chi vi contatta chiedendovi informazioni personali affermando di essere incaricato dalla banca o dalla polizia, e in ogni caso chiedere il loro nome.
• Limitare il numero di documenti che portate con voi e non lasciarli in auto.
• In caso di furto o smarrimento, contattare subito il servizio clienti della banca e quando ricevete una nuova carta, firmatela con inchiostro indelebile e attivatela immediatamente.
• Distruggere tutti i documenti con i vostri dati personali prima di gettarli nella spazzatura.
• Proteggere la cassetta della posta e, in caso di trasferimento, comunicare immediatamente il nuovo indirizzo alle Poste.
• Prima di navigare in Internet, assicurarsi di installare un anti-virus, un anti-spam e il firewall, e verificate che l’URL del sito che state visitando sia scritto correttamente dato che è possibile essere condotti a siti fittizi.
• Non pubblicare le informazioni sensibili sui siti o quantomeno rendere accessibili questi dati solo a contatti di cui vi fidate.
• Utilizzare una password complessa e impostare le restrizioni sulla privacy per limitare l’accesso al vostro profilo.

- Da vedere -

Se pensate che il vostro caso possa condurre ad un processo civile, tenete una copia di tutte le comunicazioni ricevute e annotate anche la data delle pratiche. Per risolvere il problema contattare il 112, il 113, oppure rivolgersi alla vostra banca (in caso di furto creditizio) o alle numerosi associazioni di difesa dei consumatori per ottenere consulenza per rimborsi e lesioni dell’ immagine.

1 Commento
  1. […] richiesta di aiuto o la finta volontà di relazionarsi, nascondono l’obiettivo di carpire informazioni preziose e, addirittura, denaro. Analizziamo delle possibili strategie di […]

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.