Come pagare IMU entro il 17 dicembre

0

- Sponsor -

Entro il 17 dicembre bisogna pagare la seconda o la terza rata dell’IMU, secondo che sia scelto di suddividere in due o tre soluzioni il versamento e i grattacapi per i contribuenti sono maggiori che in precedenza perché la maggior parte dei comuni ha adeguato le aliquote ai propri fabbisogni di cassa e dunque bisogna procedere a un ricalcolo dell’imposta e prepararsi a pagare di più.

Coloro che vivono in un comune che non ha deliberato variazioni nelle aliquote per trovare l’importo da pagare possono limitarsi a fare la differenza tra l’imposta totale e quanto versato a giugno e a settembre, qualora si sia optato per le 3 rate, tutti gli altri invece devono invece rifare i conti.
In questo caso si deve prendere in considerazione la rendita catastale e rivalutarla del 5%, moltiplicarla per il coefficiente corrispondente alla propria categoria (per le abitazioni è 160) e quindi si può applicare la nuova aliquota trovando l’importo dell’IMU per il 2012. Si ricorda che si possono detrarre 50 euro per ogni figlio convivente minore di 26, fino a un massimo di 200 euro e a questo punto non resta che sottrarre quanto versato in precedenza.

Per quel che riguarda il pagamento però c’è una novità per i contribuenti: questa volta sarà più semplice.
E’ stato infatti approvato dal Consiglio dei Ministri un modello di bollettino postale che può essere utilizzato al posto del complicato F24 e che ospita solo i dati riguardanti l’IMU. Sarà in pratica molto simile a quello che si utilizzava per l’ICI e su di esso bisogna indicare i propri dati anagrafici, il codice catastale del comune dove è sito l’immobile e quindi gli importi dell’imposta suddivisi tra le diverse tipologie ( abitazione principale, altri fabbricati, aree fabbricabili e terreni e fabbricati agricoli). Il bollettino viene distribuito presso i vari uffici postali, dove si può anche effettuare il pagamento.
Chi preferisce il web invece può optare per il pagamento online sul sito di Poste Italiane e al termine dell’operazione viene visualizzato il bollettino con il bollo che attesta il versamento e che è accompagnato anche da un documento che fornisce i dati identificativi.
Il numero di conto corrente postale sul quale effettuare il versamento è unico per tutta Italia (1008857615) ma se si possiedono immobili in diversi comuni occorre compilare un bollettino per ognuno.

- Da vedere -

Il pagamento può essere effettuato anche in banca con il modello F24 classico o con quello semplificato che, oltre ai dati anagrafici, riporta solo un riquadro dove inserire i dati degli immobili e del tributo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.