Cos’è e come si usa Dubsmash, la nuova app per fare i selfie in formato video

0

- Sponsor -

Da diverse settimane si fa un gran parlare di Dubsmash, ma in tanti ancora non sanno cosa sia esattamente. Per capire meglio, dunque, vediamo di che si tratta, in che modo funziona e come si usa, per rimanere così al passo coi tempi e non perdere il treno di Dubsmash, che spopola sui social network principali.

Cos’è e a cosa serve Dubsmash

Quando si parla di Dubsmash, ci si riferisce all’applicazione dedicata ai video-selfie che può essere scaricata sia dall’App Store che dal Play Store – e funziona con tablet e smartphone – in maniera gratuita.
Dubsmash è diventata la moda del momento, anche se forse è ancora troppo presto per dire che soppianterà i selfie fotografici, pratica ben più radicata rispetto ai video.
L’idea di quest’app giunge dalla Germania e consente di fare video-selfie da condividere poi sui tradizionali social network, ovvero Twitter, Facebook ed Instagram. Come tutte le applicazioni, è necessario installarla sul proprio device mobile e poi farla partire; dopo aver effettuato l’accesso con un account (la cui creazione è totalmente gratuita, ma è possibile anche sincronizzare quello di Facebook che si utilizza normalmente), si possono creare dei video brevissimi (anche di pochi secondi) doppiando frasi famose del cinema oppure versi delle canzoni più conosciute.

- Da vedere -

Il database di frasi pre-impostate più vasto è quello inglese, mentre la scelta all’interno di quello italiano è ancora piuttosto limitata. Gli archivi contengono spezzoni di film, frasi di brani musicali e altre citazioni famose, fra le quali scegliere quella preferita o più divertente da doppiare. Nel momento in cui si seleziona il contenuto, bisogna registrare il video-selfie in playback e affinché il meccanismo funzioni bisogna essere sincronizzati alla perfezione con lo spezzone scelto per il doppiaggio. Una volta realizzato il video, lo si potrà inviare agli amici via Whatsapp oppure condividerlo tramite Facebook (è possibile condividerlo pure su Instagram e Twitter, ma nel social network delle fotografie e in quello dell’uccellino la moda non è ancora molto diffusa).

 

In Italia, la Dubsmash-mania è diventata virale molto velocemente, conquistando numerosi doppiatori amatoriali che hanno cominciato a dare il loro volto e le loro espressioni a frasi e canzone note. In tanti hanno dato sfogo alla loro goliardia attraverso quest’app, con la quale un gran numero di persone ha iniziato a divertirsi fin dallo scorso Gennaio. Sui social network hanno iniziato a proliferare i video realizzati con Dubsmash, grazie anche alla sua semplicità di utilizzo, rendendola di gran lunga l’app più in voga del momento e capace di conquistare milioni di persone.

L’applicazione è nata nel Novembre del 2014 ed inizialmente era stata pensata esclusivamente per i sistemi iOS; il successo è stato ampio e immediato, così nel giro di pochi giorni gli sviluppatori hanno realizzato anche una versione compatibile con Android, incrementando così la portata dell’app e dunque il suo successo. La diffusione di video divertenti creati con Dubsmash è stata rapidissima.
Oltre ad usare le tracce pre-impostate, l’app offre l’opportunità di aggiungere all’archivio ulteriori tracce audio create dagli utenti, che saranno così a disposizione di tutti coloro che hanno creato un account. Le tracce presenti sono suddivise in base alle categorie, che rendono dunque più intuitiva e veloce la ricerca di ciò che interessa.
Il repertorio è davvero vasto: oltre, come detto, alle frasi celebri, è possibile trovare un po’ di tutto, dagli auguri di buon compleanno alle barzellette, passando per le frasi tipiche utilizzate per rimorchiare sino ad una benedizione con la voce di Papa Benedetto XVI.

Ai video-selfie di doppiaggio è inoltre possibile aggiungere anche effetti visivi e adesivi personalizzati, come ad esempio occhiali e baffi finti, per rendere il risultato finale ancora più divertente. Se, però, siete un po’ intimiditi dai social network, potete tenere soltanto per il vostro divertimento personale i video realizzati, senza condividerli; in questo caso basterà semplicemente salvarli all’interno della libreria fotografica presente nel dispositivo, in modo da riguardarli tutte le volte che vorrete e divertivi in compagnia di un gruppo ristretto di amici o insieme ai parenti, senza che a guardarvi ci sia l’immensa platea dei social.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.