Come lavorare come sondaggista

0

- Sponsor -

Tra le poche figure professionali la cui domanda vede, negli ultimi anni, un’evidente crescita quella del sondaggista.
Da decenni figura centrale nel mondo anglosassone, il sondaggista assolve a tutta una serie di attività sempre più richieste nel nostro Paese, divenendo un’interessante opportunità d’impiego per laureati  e non, alla ricerca di un’occupazione temporanea come di un lavoro su cui costruire il proprio futuro.
La profonda conoscenza di un mercato, nazionale e non, infatti, sta divenendo sempre più necessaria anche ad aziende di dimensioni ridotte, sempre più interessate a commissionare ricerche di mercato.
Altro settore interessato  quello politico, con l’esigenza sempre più marcata per i suoi protagonisti di intercettare il grado di consenso elettorale, e non solo in occasione delle tante elezioni   di scena nel nostro Paese.
Pur mancando un apposito corso di studi, di seguito alcuni preziosi consigli relativamente ad un percorso formativo che possa risultare funzionale a tale tipo di occupazione.

 

Come lavorare nel mondo dei sondaggi

Tra i corsi di laurea che possono fare al caso nostro principalmente tutti quelle che prevedano nozioni di statistica o che consentano di disporre di strumenti validi e concreti alla consultazione e analisi di grafici e ricerche di mercato, meglio ancora se accompagnati almeno da un’infarinatura di marketing e delle sue dinamiche.
Sotto questo punto di vista da segnalare, ad esempio, anche il corso di laurea organizzato allo Iulm di Milano, per un corso di laurea in Marketing, Consumi e Comunicazione, che, tra le tante attività formative proposte, presenta Marketing avanzato, Data analysis, Analisi Competitiva, Ricerche di mercato e etnografia culturale o ancora Stili e tendenze di consumo: analisi evolutiva e comparativa, Laboratorio di Statistica Sociale per la social network analysis e Misurazione delle performance della comunicazione.
Fondamentalmente, quindi, l’ideale sarebbe laurearsi in  Scienze statistiche, per poi frequentare un master attinente.

- Da vedere -

Parlandodi  master utili,  da conoscere quelli tenuti all’ateneo romano della Sapienza prevalentemente ad opera del Dipartimento di Management. Non mancano i corsi come quello che si tiene a Bologna, organizzato da Professionaldatagest

Infine una terza via altrettanto fruttuosa è quella che prevede la possibilità d’iscriversi ai corsi organizzati dal centro di formazione dell’Assirm, associazione che fa da riferimento ai vari enti di ricerche di mercato e sondaggi della penisola.

Forti di questa preparazione ( ma nulla vieta di tentare disponendo anche di un semplice diploma, soprattutto se si tratta di ricerche di mercato generiche e per attività che non prevedono l’agglomerazione e l’analisi dei dati), dovrete inviare il vostro cv alla società committente o alla stessa  all’Assirm, piuttosto che  all’Associazione europea dei professionisti di ricerche di mercato. Non di rado, infatti, queste posizioni lavorative prevedono di frequentare specifici corsi, di partecipare a workshop e tirocini, piuttosto che poter trovare lavoro fuori dai confini natii.
Naturalmente, per chi è interessato, anche la possibilità di iniziare in uno dei tanti call center che conducono indagini di mercato in giro per la penisola.

1Per quanto in effetti non esista uno specifico corso di studi per diventare sondaggista, ci sono però dei corsi di laurea le cui materie sono afferenti a questa professione, e che costituiscono una base imprescindibile per aspirare a diventare sondaggista. Infatti, il lavoro consiste soprattutto nella consultazione e lettura di grafici e analisi di mercato, e prevede una conoscenza puntuale delle tecniche di marketing. Per prepararsi al meglio dunque sarebbe bene conseguire una laurea triennale in Scienze statistiche, e possibilmente, a seguire, un master specifico.

2Tra i master che sarebbe più opportuno frequentare, si possono indicare quello in campagne elettorali ed eventi pubblici, presso la Sapienza di Roma, nell’ambito del quale si studiano linguaggio politico e e diritto delle votazioni. Un altro master molto utile ed interessante potrebbe essere quello in Management della comunicazione sociale, politica ed istituzionale che si tiene presso lo IULM di Milano. Oppure ci si potrebbe rivolgere all’Assirm, l’associazione che rappresenta i maggiori istituti italiani diricerche di mercato e sondaggi di opinione di tutta Italia, e che possiede un centro di formazione in cui frequentare corsi specifici, tenuti da esperti del settore.

1Per quanto in effetti non esista uno specifico corso di studi per diventare sondaggista, ci sono però dei corsi di laurea le cui materie sono afferenti a questa professione, e che costituiscono una base imprescindibile per aspirare a diventare sondaggista. Infatti, il lavoro consiste soprattutto nella consultazione e lettura di grafici e analisi di mercato, e prevede una conoscenza puntuale delle tecniche di marketing. Per prepararsi al meglio dunque sarebbe bene conseguire una laurea triennale in Scienze statistiche, e possibilmente, a seguire, un master specifico.

2Tra i master che sarebbe più opportuno frequentare, si possono indicare quello in campagne elettorali ed eventi pubblici, presso la Sapienza di Roma, nell’ambito del quale si studiano linguaggio politico e e diritto delle votazioni. Un altro master molto utile ed interessante potrebbe essere quello in Management della comunicazione sociale, politica ed istituzionale che si tiene presso lo IULM di Milano. Oppure ci si potrebbe rivolgere all’Assirm, l’associazione che rappresenta i maggiori istituti italiani diricerche di mercato e sondaggi di opinione di tutta Italia, e che possiede un centro di formazione in cui frequentare corsi specifici, tenuti da esperti del settore.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.