Come lavare e aver cura delle extension

0

- Sponsor -

Tra le mode femminili del momento, in fatto di acconciature, le extension, grazie alle quali, cambiare look non è mai stato così facile.
Non crediate, però, che queste comode integrazioni di capelli non richiedano un minimo di cura. Se volete utilizzarle a lungo, mantenendone inalterate luminosità e morbidezza, dovrete curarle quasi come fate per la vostra chioma naturale.
Ecco il processo necessario,

Come curare le extension

Come curare le extension a clip

- Da vedere -

Partiamo con i modelli a clip. Se volete massimizzarne l’uso, la parola d’ordine è sicuramente cura.
Proprio per questa ragione è raccomandabile, prima di lavarle, pettinare bene i capelli (in commercio non mancano spazzole specifiche), in modo da sbrogliare tutti gli eventuali nodi, ricorrendo a speciali spray qualora i capelli risultino troppo aggrovigliati. L’importante è non farlo con violenza, perchè essendo fragili come i comuni capelli, correreste il rischio di rovinare le extension.

Evidentemente, con il trascorrere del tempo le extension andranno incontro ad un’inevitabile usura. Non per questo sarà necessario lavarle tutti i giorni, anzi l’ideale sarebbe farlo il meno possibile, evitando di danneggiarle con l’utilizzo di shamp0aggressivi ( non utilizzate neppure shampi antiforfora, per bambini o contenenti ceramidi extra e siliconi/silossani).
Lavatele solo quando notate che le extension presentino una marcata perdita di morbidezza e lucentezza o quando siano particolarmente sporche a causa del sebo prodotto dal nostro cuoio capelluto o da un utilizzo eccessivo di lacche, spray o olii.  Meglio lavarle, infine, quando dopo una serata al ristorante, odori fastidiosi quali fritto o altro, abbiano finito per impregnarle.

  • Capelli lisci

In questo caso utilizzate acqua tiepida, unendovi una noce di shampoo specifico per le extension, distribuendolo uniformemente, mediante movimenti dall’alto al basso, partendo dall’inizio dell’extension per poi percorrerne tutta la lunghezza. No a tirare o strappare i capelli mentre li lavate, poichè potreste rovinare o rompere le extension stesse!
Passate delicatamente i capelli sino a quando non ritroveranno l’aspetto originale, prima di risciacquare, sempre con acqua non calda, sino a eliminare ogni residuo di shampoo.

  • Capelli ricci

Anche in questo caso preferite l’acqua tiepida, lavando con shampoo come in precedenza. In presenza di capelli ricci, è assolutamente necessario evitare di strofinare i capelli, nè tanto meno avvolgerli con spugne o asciugamani, limitandovi a strizzare l’acqua in eccesso e tamponare delicatamente sino a quando i capelli non saranno asciutti, lasciando che avvenga naturalmente.
No a phon e piastre (MAI!!!) per mantenere i ricci delle extension, perchè fareste semplicemente un gran pasticcio!

Curare, pettinare e custodire le extension

Per mantenere in buono stato le vostre extension, se di capelli naturali al 100%, utilizzate, come fareste per i vostri, un balsamo adatto.
Ne basta una dose minima, che andrà massaggiata con delicatezza dall’alto al basso. Anche in questo caso evitate di tirare i capelli, poichè rischiereste di strappare le extension.
Lasciate agire il balsamo almeno 5 minuti, prima di rimuoverlo con acqua tiepida easciugare con attenzione utilizzando un asciugamano asciutto.
A questo punto l’ideale sarebbe utilizzare uno spray specifico, per poi spazzolare con pazienza, partendo sempre dalla parte superiore dei capelli e, scendendo, rimuovendo gli eventuali nodi. Anche qualora doveste imbattervi in grovigli particolarmente tenaci, evitate movimenti violenti, ma agite con delicatezza, senza strappi.
Quanto alla conservazione delle extension, custoditele a temperatura ambiente, possibilmente lontano da bambini e animali. Evitate di dormirci e, al mare o con acqua clorata, meglio toglierle.

 

Cura delle extension sintetiche

Qualora, invece, le vostre extension non siano di capelli umani, utilizzate acqua fredda, riempendo il lavandino e lasciando la parruca e l’extension rimovibile a bagno per qualche minuto. Senza strofinare o strizzare, detergete con delicatezza.
Terminato il lavaggio, consigliabile l’utilizzo di un buon balsamo, spalmandolo con le dita sui capelli, per poi risciacquare con acqua fredda, passare in un asciugamano e lasciando l’extension, mettendola ben distesa,  su uno stendipanni sino a completa asciugatura.
Mai asciugare con il phon (di norma le extension rimovibili e le parrucche non possono essere sottoposte a trattamento termico, a meno che le istruzioni non indichino diversamente), ma sempre lasciare che i capelli sintetici si asciughino naturalmente, per poi spazzolarli solo una volta completamente asciutti.

Cura delle extension con cheratina

Innanzitutto lavate con cura i capelli, andando in profondità del cuoio capelluto, eliminando tutto lo sporco accumulato. Usate uno shampoo nutriente, evitando che l’acqua sia troppo calda.
Abbiate cura di lavare i capelli per le punte, evitando in questo modo di danneggiarli.
Poi procedete asciugando delicatamente.
Anche in questo caso utile l’uso di un balsamo specifico per capelli morbidi, mentre meglio evitare cosmetici per capelli , i quali, spesso, contenendo alcol potrebbero indebolire quando non distruggere la colla sulle ciocche dei capelli. No anche a le grafette (connettori) dei ciuffi, potenzialmente dannosi per capelli o extension.
Per spazzolare utilizzate pettini con setole morbide, ideali per eliminare nodi e grovigli,
Evitate la messa in piega e sarebbe raccomandabile non utilizzare tinte, in quanto le stesse risultano stressanti per capelli e ciocche.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.