Come impiegare erbe e spezie per pulire la casa

0

- Sponsor -

Erbe e spezie hanno grandi proprietà igienizzanti e sgrassanti per la pulizia della casa: la maggior parte di esse possono essere impiegate efficacemente in sostituzione dei detersivi. Come accadeva anticamente, prima dell’avvento dei prodotti industriali, anche oggi con astuzia è possibile sfruttare i segreti di erbe o spezie e preparare prodotti naturali, ecologici ed economici per la pulizia casalinga. Scopriamo cosa usare e per quale specificità.
L’ortica è nota perché purifica e sgrassa, mentre la menta dona profumazione ed effetto balsamico per la respirazione: insieme formano un prodotto idoneo alla pulizia dei pavimenti. Per prepararlo è necessario portare a ebollizione per circa 1 ora menta e ortica. Successivamente lasciar raffreddare e filtrare.
Chiodi di garofano o cannella possono essere impiegate per il lavaggio dei piatti, grazie alle proprietà antisettiche e disinfettanti. Per un uso efficace per il lavaggio dei piatti a mano, lasciate in ammollo i chiodi di garofano per alcuni minuti insieme all’acqua di lavaggio; successivamente procedere con il lavaggio dei piatti. Nel caso di lavastoviglie, è utile l’impiego della cannella, efficace contro batteri, impurità e funghi. Aggiungete un cucchiaio di cannella in polvere a due cucchiai di bicarbonato, mescolate e versate nell’apposita vaschetta della lavastoviglie.
Il succo di limone è ideale per lucidare rame, oro, ottone e altri metalli: la sua consistenza, infatti, utilizzando una spugna o un panno morbido, garantisce di non avere abrasioni e rigature superficiali.
La melissa è consigliabile come lavavetri, grazie alle sue proprietà. Per ottenere un efficace prodotto naturale si deve far bollire la melissa con acqua. Dopo il raffreddamento, si versa l’infuso ottenuto in un contenitore con erogatore spray e si aggiunge aceto bianco; una volta agitato bene il contenuto, il lavavetri è pronto all’uso.
La lavanda è indicata per il trattamento del bucato perché non aggredisce le fibre: poche gocce d’olio essenziale di lavanda fungono da ammorbidente e rendono i capi gradevolmente profumati. Un’ulteriore proprietà della lavanda è che concilia il sonno e agisce sull’abbassamento dei livelli di stress delle persone: è indicata, quindi, per il lavaggio di lenzuola e federe. La lavanda, grazie alle sue proprietà deodoranti, è indicata ancora, per la profumazione di armadi e cassetti per la conservazione della biancheria: basterà riporre dei rametti fioriti ben essiccati in sacchetti di stoffa.
Anche il rosmarino è indicato per il lavaggio della biancheria: qualche rametto immerso nell’acqua di bucato facilita, in fase di prelavaggio, la scomparsa delle macchie di sudore e lascia i capi piacevolmente profumati.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.