Come gestire Spotify con il redivivo Winamp

0

- Sponsor -

Un tempo, prima che il mondo dei mediaplayer fosse fagocitato dall’onnipresente VideoLan, a consentirci di ascoltare le nostre playlist era il mitico e spartano “Winamp“. Il programma, purtroppo, non è stato al passo con i tempi ed è stato cancellato. Chi, tuttavia, avesse nostalgia di quel sw cosi indicato nel fare, e bene, una sola cosa, potrà ritrovarlo – risorto a nuova vita – grazie al progetto “Spotiamp“.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.