Come estendere il periodo Premium prova di Spotify grazie agli alias di Gmail

0

- Sponsor -

Spotify è un interessante servizio per lo streaming online: nella sua versione free consente di ascoltare un certo numero di canzoni al mese, mentre – nella sua accezione “Premium – permette di ascoltare un numero illimitato di canzoni, in alta definizione, ed anche di scaricarle in locale. Per un comodo ascolto off-line.
Il primo mese d’iscrizione al portale consente a tutti di accedere, in prova, ai benefici di un account premium: in seguito, occorrerà pagare una decina d’euro al mese per conservare lo stesso “status”. Non sempre…

Partiamo dal presupposto che ad ogni email viene associato un account Premium per 30 giorni: l’ideale, quindi, sarebbe di iscrivere mensilmente una nuova mail. Tutto lecito ma fastidioso: quante mail, infatti, ci ritroveremo a possedere nel corso di un paio d’anni? E solo per ascoltare un po’ di musica!
Per fortuna è possibile ricorrere al sistema di redirect intelligente di Gmail: in sostanza Gmail riconosce che un indirizzo è nostro anche se scriviamo “mariorossi!°@gmail.com” al posto di un semplice “mariorossi@gmail.com” e reindirizza al secondo la posta che è destinata a riversarsi sul primo indirizzo.
Ciò premesso, possiamo creare un tot ri alias in Gmail aggiungendo all’indirizzo vero e proprio dei simboli speciali: ora, torniamo su Spotify e creiamoci, mese dopo mese, dei nuovi account utilizzando gli alias che ci creeremo, in Gmail, strada facendo e secondo la procedura poc’anzi esposta.
In tal modo estenderemo in un range virtualmente illimitato il nostro account Premium di prova.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.