Come acquistare casa con il leasing abitativo

0

- Sponsor -

Arriva un modo innovativo per acquistare casa senza la necessità di dover ricorrere ad un mutuo. Il leasing abitativo fornisce un aiuto concreto a chi acquista, soprattutto se under 35, e allo stesso tempo garantisce maggiore tutela agli Istituti di credito.

Cos’è il leasing abitativo

Il leasing abitativo è stato introdotto per la prima volta con la Legge di Stabilità del 2016. In particolare si è cercato di trasferire sul mercato immobiliare il contratto di leasing già largamente adoperato nella vendita delle automobili.
Se in teoria si potrebbe pensare che si tratti di un tipo particolare di mutuo, nella realtà si tratta di tutt’altra cosa. Il leasing abitativo, non è altro che un finanziamento per l’acquisto o la ristrutturazione della prima casa tramite Banca, o qualsiasi altro Istituto di credito, che si impegna ad acquistare o, a seconda dei casi, a ristrutturare l’immobile in base alle precise richieste del cliente, mettendo l’immobile a disposizione dello stesso per un determinato periodo di tempo.

 

- Da vedere -

Come funziona il leasing abitativo

Il contratto di leasing abitativo prevede da parte della Banca l’impegno ad acquistare la casa, o ristrutturare l’abitazione secondo quanto indicato dal futuro acquirente, mentre quest’ultimo verserà all’Istituto di credito una maxi rata e, a seguire, un numero di rate mensili per tutto il periodo di tempo prestabilito dal contratto. L’importo della rata sarà proporzionale al valore commerciale dell’immobile.
Una volta scaduto il tempo prestabilito, il contraente può acquistare la casa versando la somma residua, oppure può chiedere il prolungamento del leasing, o infine decidere di non acquistare.

A chi conviene il leasing abitativo

Questo tipo di contratto conviene ai soggetti di età inferiore ai 35 anni, in quanto la Legge di stabilità prevede una serie di incentivi per gli under 35 con reddito annuo non superiore ai 55.000 €, consentendo la possibilità di portare in detrazione, ai fini Irpef, il 19% della prima maxi rata, e il 19% dei canoni versati, fino a 8.000 € annui.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.