Come aprire gratis un negozio on line

2

- Sponsor -

Se la vostra ambizione è quella di diventare degli imprenditori, internet vi da la possibilità di iniziare a guadagnare attraverso l’apertura di negozi on line. Prima di entrare nello specifico è opportuno conoscere alcuni adempimenti burocratici da espletare, considerato che ciò che andrete a formare sarà una vera e propria società.
Queste sono le cose che dovrete fare prima di aprire il vostro negozio:
– apertura Partita I.V.A
– comunicazione di inizio attività alla Camera di Commercio
– comunicazione all’Inps
– eventuali permessi comunali, sanitari, ecc.
Nel nostro caso specifico è altresì richiesta un’autorizzazione comunale che si ottiene facendo richiesta presso lo sportello unico della propria città. L’autorizzazione, di norma, viene concessa a vista e non ha alcun costo.
Le spese che dovranno esser sostenute si aggirano intorno a 250 euro mensili relativamente a:
– per l’apertura della partita IVA è necessaria l’iscrizione alla camera di commercio. Questa va pagata ogni anno e sono, più o meno, 100.00 euro.
– l’iscrizione all’INPS richiede una soglia minima da pagare di circa 2.400,00 euro suddivisi in 4 rate. Per soglia minima significa che questi contributi vanno pagati anche se l’attività è in perdita.
– vi è poi la necessità di un commercialista per la gestione della vostra contabilità. Questa spesa dipende volume d’affari e dal regime di contabilità che adotterete, e non andrete a spendere meno di 50 euro al mese, mentre le autorizzazione sono in linea di massima a costo zero. Finito l’iter burocratico si può passare alla descrizione del servizio vero e proprio.
Sostanzialmente le possibilità che avrete a disposizione sono due: essere i creatori di un sito personale da voi creato o affidarvi ad una società in Franchising. Nel primo caso le spese che andranno sostenute saranno quelle relative al pagamento annuale per l’acquisto di un dominio e di un servizio hosting e quelle per l’eventuale appoggio ad un webmaster.

Diverse sono le caratteristiche che riguardano l’affiliazione a catene di Franchising: in questo caso le spese da sostenere saranno nulle. Vi è però l’aspetto negativo della non totale gestione in autonomia di quelli che sono i prodotti messi in vendita limitando di conseguenza quella che può essere l’iniziativa personale.
L’apertura di un negozio on line in affiliazione è molto semplice e rapido; ciò che è necessario è una registrazione al sito della società che offre il servizio. Terminata la procedura vi verrà messo a disposizione uno specifico pannello di controllo dal quale sarà possibile controllare in tempo reale quelle che sono le attività dei negozi: gli accessi, le statistiche, le vendite e i guadagni in provvigione, nonché l’estratto dei pagamenti. Altro fattore importante è l’esser sollevati dal peso di tutte quelle procedure relative alla gestione degli ordini, del magazzino; a questo provvederà direttamente l’azienda interessata, cosi come gestisce quelli che sono i prezzi e le offerte messe in circuito. In sostanza quello che sarà il vostro lavoro è promuovere i prodotti che vorrete metter in vendita; da siti gratuiti che danno la possibilità di pubblicizzare attraverso specifici banner, ai blog arrivando ai social network. Sta nella fantasia di chi promuove e la visibilità che il prodotto da vendere ha per avere una buona riuscita di ogni vendita.

2 Commenti
  1. ragiunatgs35 dice

    la guida è stata precisa e ben presentata.

  2. […] da offrire. Con un po' di creatività e buona volontà è oggi possibile aprire un proprio negozio online in cui vendere le nostre prestazioni lavorative o artistiche. Pensiamo a un fabbro che perde il […]

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.